Un corso di tedesco sotto l’albero.

Warning: A non-numeric value encountered in /customers/5/3/8/lucify.ch/httpd.www/wp-content/themes/cuckoo/single.php on line 59 Un corso di tedesco sotto l’albero.

deDeutsch/Français

La città di Berna regala anche quest’anno dei buoni di 400.- CHF per frequentare dei corsi di tedesco. Ottenerli è semplice, ma attenzione, l’offerta è valida solo fino al 21. Februar 2021!

La conoscenza della lingua locale è spesso la chiave per migliorare la propria condizione sociale in Svizzera. Questi corsi costano spesso molto più delle capacità di chi ne avrebbe bisogno. Ma con l’aiuto dei Deutsch Bon quest’anno per Natale molti potrebbero regalarsi un corso di tedesco.

Un paradosso colmato nel percorso d’integrazione
Alle persone immigrate, inquadrate in un programma di integrazione come per esempio i rifugiati o i lavoratori disoccupati iscritti al RAV, viene spesso offerto gratuitamente un corso di lingua. Tuttavia nella maggior parte dei casi, soltanto fino al raggiungimento del livello B2, cosa che impedisce alle persone con una formazione elevata di trovare un lavoro adatto al loro profilo professionale. Per le persone che migrano per ragioni familiari invece non ci sono proprio riduzioni neanche a livello base e i prezzi delle scuole di lingua possono essere inaccessibili per persone che non lavorano. Paradossalmente però, per trovare lavoro bisogna padroneggiare il tedesco.

Il progetto pilota della città di Berna, lanciato a fine 2019 dal centro di competenze sull’integrazione di Berna, è un tentativo di colmare questo paradosso. Nella prima fase del progetto sono stati offerti al tutti i residenti a Berna di lingua straniera 500 Buoni di 400.- CHF ciascuno da spendere in un corso di tedesco.

Il buono non basta
Secondo il sondaggio effettuato dalla città di Berna a controllo dei resulti del progetto, nonostante la pandemia di COVID-19, circa 350 buoni su 500 sono stati utilizzati e l’88% degli utilizzatori ha concluso il corso. Inoltre secondo il comunicato, nonostante questi buoni siano stati utilizzati da persone che altrimenti non avrebbero potuto permettersi un corso, mediamente gli utilizzatori hanno investito nel corso 50 centesimi per ogni Franco del buono. Ovvero per accedere ad un corso hanno pagato in media ulteriori 200.- CHF oltre al buono di 400.- CHF.

La scelta della scuola di lingua è libera e comprende quasi tutte le scuole esistenti a Berna. Nel caso di un corso di meno di 400.- CHF l’utente potrebbe frequentare il corso gratis. Se si considera però che apprendere il tedesco è un processo che dura degli anni, il buono resta giusto un incentivo all’integrazione linguistica.

Come ottenerlo
Visto i positivi risultati della prima fase, quest’anno sono stati messi a disposizione ben 600 buoni. Sul sito www.bern.ch/deutschbon possono farne richiesta fino al 21.2.21 tutte le persone di lingua straniera adulte residenti a Berna. È sufficiente riempiere un formulario e si riceverà il buono a casa per posta. La priorità nella distribuzione dei buoni viene data alle persone in possesso di una riduzione del premio dell’assicurazione sanitaria e a chi non ha usufruito del buono l’anno scorso.
Piccola pecca in questo progetto: il sito per richiedere il buono è disponibile solo in tedesco.

Hat dir dieser Beitrag gefallen?

0 0
Written by
Perla ist Film- und Kulturwissenschaftlerin. Ihre Leidenschaft für die Filmproduktion begann 2000 in Bologna, Italien mit einem Videokurs. Als sie ein Jahr später einen Dokumentarfilm in Indien drehte, entschied sie für sich, dass dies ihr Weg sein wird. Seitdem dokumentierte sie mit ihrer Kamera unter anderem die Häuserbesetzerszene in Paris, die Community des Radio RaBe in Bern, die Lindy-Hop-Szene in der Schweiz und die politische Partizipation von Migrantinnen in der Schweiz. Nach einer Weiterbildung in Kommunikation hat sie sich auch dem Journalismus und der Kreation von Webinhalten gewidmet.

Was denkst du darüber?

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

%d bloggers like this: